Sindacati sakskih tribù: assestamento e agricoltura


Nel primo millennio a. c. in Asia Centrale vissuto iranoiazychnye tribù, noti secondo antiche origini sotto il nome collettivo di «saki». I persiani chiamato loro «possenti», e i greci – a causa di una certa somiglianza nello stile di vita – «asiatici sciti».

Souzy sakskih plemen: rasselenie i hoziaistvo



Articoli correlati:

La prima menzione di saki contiene il lettering sul monte Behistyn, scolpito per ordine del re persiano Dario I, che regnò alla fine 6 – inizio del 5 ° secolo a. c

In un’epoca di ferro si verificano tribali sindacati saks. Ogni alleanza ha guidato il re, che era un sacerdote. Il potere del re era considerato sacro e tramandata da padre in figlio.

Il reinsediamento

Lo storico greco Erodoto descrive quattro gruppi sakskih tribù. Secondo lui, nella valle del fiume Mygrab vissuto saki-haomavarga – «variashie haomy», scemo bevanda utilizzata per scopi rituali. Tra i fiumi Amu darya e syr darya, e anche in piedi Tian-Shan vissuto saki saki-tigrahayda – «indossano cappelli a punta». Corso inferiore. e Syrdari, piscina lago d’Aral, e anche il territorio dell’attuale Tagikistan abitato saki-sygydam – «per Sogdianoi». Il quarto gruppo – saki-paradaraiia, «coloro che per il mare», vissuto nel mar nero e Caspian.

Difficilmente samonazvaniia riportate Erodoto, c’erano in realtà. Preparazione haomy e indossare visiera cappelli era tipico per tutte le saks, e non per le singole tribù, e così un segno, come alloggio «per Sogdianoi», potrebbe essere significativo agli occhi dei greci, ma non se stessi saks. Ma se la classificazione di Erodoto dubbio, relativamente specificata loro aree di insediamento saks non c’è motivo di dubitare.

Agricoltura

Base agricoltura saks era la pastorizia. Esisteva in tre forme – nomade, polykochevoe e il stabilirono.

La pastorizia nomade ha comportato lunghi di spostamento tra estive e invernali pascoli. L’inverno nomadi condotto sulle rive dei fiumi o dei laghi, in luoghi non battute dai venti. Lungo termine tali invernali di parcheggio non erano.

Quando polykochevom herding come estive e invernali parcheggio sono stati costanti, ci sono stati costruiti rifugi. Alcuni membri della comunità sono rimasti invernali di parcheggi e l’estate, facendo in agricoltura. Coltivavano il grano e l’orzo.

Il stabilirono la pastorizia ha comportato una costante sedentarietà della popolazione. La principale occupazione delle persone che conducono uno stile di vita sedentario, era l’agricoltura. Pascoli – come invernali e estivi – si trovavano vicino a tali insediamenti, lunghi perekochevok non richiesto.

I nomadi sono allevati principalmente pecore e cammelli. Si saks, si occupavano di costante pastorizia, era un sacco di bestiame.

Tutti saka tribù – indipendentemente dalla tradizionale forma di allevamento – sono stati allevati i cavalli. I dati archeologici indicano due tipi di questi animali si saks. In alto, snello cavallo viaggiato guerrieri. Bassa crescita cavallo con le gambe grosse e un enorme torso sono stati utilizzati per esigenze economiche.

Saka tribù hanno svolto un ruolo importante nella storia del Medio Oriente e dell’Asia Centrale. Con la loro partecipazione formata Parfianskoe stato.

Sindacati sakskih tribù: assestamento e agricoltura | Source