In quali alimenti contengono vitamina A


La vitamina A è essenziale per la formazione nel fegato sostanze che regolano la coagulazione del sangue. Aiuta a liberare il corpo di veleni e le tossine provenienti dal cibo scadente. Come la maggior parte delle vitamine, è contenuta negli alimenti.

V kakih prodyktah soderjitsia vitamin K



Articoli correlati:

La domanda «come comporre un menu per il diabete» – 4 risposta

La vitamina K svolge un ruolo importante nella formazione di protrombina – sostanza responsabile del meccanismo di coagulazione del sangue. Inoltre stimola l’attività muscolare, normalizza l’attività motoria del tratto gastro-intestinale, regola il funzionamento dei reni, contribuisce al normale metabolismo delle ossa, del tessuto connettivo e previene lo sviluppo di osteoporosi.

La vitamina K esiste in forme diverse. In particolare, K1, o fillochinone, presente nelle piante, K2 – menohinon – è sintetizzata nell’intestino tenue dell’uomo e entra nel corpo con prodotti di origine animale.

La miglior fonte di vitamina A sono le verdure verdi. Così, in una foglia di cavolo contiene fino a 500 mcg fillohinona per 100 g di prodotto, in spinaci – 350 mcg, nei broccoli – 220 mcg, insalata di crescione – 200 mcg. Anche la vitamina A sono ricchi di foglie di ortica, semi di sedano, asparagi, pomodori verdi, rosa canina, tè verde, cereali (frumento, segale, avena), noci.

In quantità molto minori di vitamina A è presente in alimenti di origine animale. In questo segmento i migliori fornitori di – fegato di maiale, il latte di capra, uova (i tuorli), burro, formaggio. Molto piccolo il contenuto viene rilevato in carne di manzo, maiale, prosciutto, latte vaccino.

Poiché la vitamina A si riferisce alla liposolubile, è meglio assorbito dal nostro organismo, se consumati contenente i suoi prodotti con grassi, ad esempio, l’olio vegetale. Quando il trattamento termico la vitamina A è parzialmente distrutta, inoltre, la rovinosa agiscono diversi acidi (citrico, acetico, etc.).

Il fabbisogno giornaliero di una persona in vitamina A è di 1 mg per 1 kg di peso: per esempio, con un peso di 70 kg si desidera 70 microgrammi di vitamina A al giorno. Di solito, durante il normale alimentazione di questa norma è coperto con una vendetta, quindi una carenza di vitamine o ipovitaminosi A, associato con la mancanza di fillohinona e menohinona nella dieta, è estremamente rara. Fanno eccezione i casi di un uso prolungato di antibiotici e di altri farmaci che determinano limitazioni nell’alimentazione e abuso di alcuni prodotti.

Caratteristica di vitamina A è che, anche in grandi dosi, è completamente non tossico e non provoca effetti negativi per l’organismo. Al contrario, è molto utile per la corretta formazione del sangue, in particolare i pazienti nel periodo post-operatorio, le donne dopo il parto e il neonato.

In quali alimenti contengono vitamina A | Source